Sordità

 

Risultati immagini per CADUTO DALLA SEDIA

 

 

Come al solito………

Una piccolissima, dico piccolissima sillaba, fa scoppiare un casino.(finimondo)

Qual’è la sillaba in oggetto ?

La m invece della c

Il fatto è successo a me , in casa di un mio caro amico.

Faccio una precisazione….oltre i settanta anni qualcosa cambia nel nostro fisico/organismo.

Cioè , oltre al calo degli zuccheri, generalmente questo succede al bar quando davanti ad un caffè, quando cerchi di prendere, furtivamente, tre bustine di zucchero invece di una, ebbene in quel caso senti che una mano piuttosto muscolosa ti blocca il polso e tu devi restituire  due bustine di zucchero su tre arraffate.

Altro cambiamento il calo dell’udito e della vista…..terribile.

La mia storia infatti riguarda il calo dell’udito.

Quel giorno io e il mio amico stavamo parlando, a casa sua,, seduti attorno ad un tavolo, di politica e il mio amico mi fa vedere un articolo sul governo e mi sussura qualcosa , io gli dico…cosa ?

Lui , che parlava, per abitudine con la voce piuttosto bassa, mi ridice di nuovo qualcosa, ma io sono costretto ad alzarmi per andare più vicino a lui e  giustificare questo gesto dicendo………….scusa, ma ci sento male…

Ma nel mentre mi alzo cerco di spostare la sedia per avvicinarmi di più a lui, la sedia mi rimane incastrata tra le gambe e succede il finimondo, la sedia va a sbattere contro il tavolo e io, senza più equilibrio vado a gambe all’aria con il tavolo che mi cade addosso.

Allarme rosso…….

I familiari urlando corrono verso di me impauriti, il figlio alza il volume della tv, il mio amico va sul terrazzo e chiama il 118.

Nel frattempo una signora che abita nel piano sopra si affaccia al balcone e sporgendosi chiede al mio amico cosa stesse succedendo, il mio amico con il cellulare all’orecchio stava urlando 118, 118, venite subito,poi, guardando la signora sopra di se , becca proprio in faccia un vaso di petunie che la signora di sopra aveva inavvertitamente urtato e fatto cadere sopra al mio amico.

Io mi stavo rialzando e dalla strada sento arrivare un’autoambulanza, una porta che sbatte, poi due infermieri che entrano veloci e con le mani a rampino per prendere ……..ma chi ?

La moglie ,all’ingresso, sembrava felice, guardano me e …tutto normale….scorgono un paio di gambe stese per terra nel terrazzo, corrono li, vedono il mio amico con i frammenti del vaso sulla testa, alcune petunie che gli incoronavano il viso e lui svenuto; lo sollevano, lo trasportano verso l’uscita e poi dritti , con le sirene urlanti, verso l’ospedale.

Boh?

Due giorni dopo sono andato a trovarlo, il mio amico stava un po’ meglio aveva la testa fasciata, un occhio tumefatto e il naso un po’ schiacciato.

Mi guarda , mi sorride e mi chiede…..come stai ?

Rispondo stupefatto…..io bene…tu ,piuttosto, come stai ?

Mi dice il mio amico….l’altro giorno mi avevi messo paura.

Perché, chiedo io ?

Dice il mio amico……ti sei alzato, sei venuto verso  di me, hai detto..mi sento male ! , poi sei caduto in avanti rovesciando la sedia e il tavolo….insomma mi ero preoccupato.

Mi si sbracano gli occhi poi capisco il motivo dell’incidente .

Quando mi ero avvicinato a lui gli avevo detto:

ci sento male.

Lui aveva capito:

mi sento male.

……..poi tutto il resto.

Mah !

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...