CARTA COPIATIVA

 

 

HomeBanking. Le Banche che danno tranquillità OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

 

Carta dei diritti dell’uomo che lavora.

 

C’era un tempo un gruppo di uomini , piuttosto numerosI, ma primitivo, che abitava presso i Campi Flegrei,

e si chiamavano uomini di Neanderthal, tanti secoli fa, e furono loro, un po’ preoccupati, che decisero di scrivere –

la carta dei diritti dell’uomo che lavora – ( attenzione che non si riferivano ai  sindacati ).

Questo documento serviva per stabilire cosa dovevano sapere gli uomini che lavoravano sodo e che facevano arricchire i padroni. …………. –niente

Cosi’ un giorno il dio Vulcano, probabilmente il Vesuvio, erutto’ e ne distrusse la maggior parte.

Perche’ ? Davano fastidio ai padroni della zona industriale di Napoli, magari erano gli stessi padroni dell’Ilva

Il dio Vulcano aveva buoni amici, tanto fu che i pompieri non si permisero mai di intervenire durante un’eruzione.

E quella carta dei diritti ?  Nei secoli cambio’ funzione e divenne – la carta dei doveri dell’uomo che lavora-

E allora arriviamo ad oggi dove un uomo che lavora per aprire un conto corrente deve :

firmare la richiesta

dare i suoi dati

firmare un contratto di consulenza

firmare il profilo di rischio

firmare la dichiarazione  di non residenza in America  !!!

firmare un questionario dove dichiara  da dove vengono i soldi e cosa ne vuol fare, e se è  attivo in politica

e se si fa i cazzi suoi

poi deve firmare la certificazione del suo numero di cellulare

poi qualcuno dichiara che lo conosce

in fine qualcuno deve dichiarare se durante tutte queste operazioni era calmo, nervoso, si grattava, guardava da un’altra parte oppure si mangiava le unghie.

…..E LA FIRMA OLOGRAFA ????????????????,      LA ICS ERA VIETATA

 

E’ finita ?   ….e’ finita…. , adesso puoi avere un conto corrente tutto per te ; ….e mia moglie ?…per carita’, lascia stare , altrimenti le chiederanno anche le misure sartoriali : 60-80 -60 .

A volte c’e’ un impiegato che gliele prende personalmente ……………………………!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...