lezioni di cinematografia 8

 

Cyrano di Bergerac (1923 ) il film

Cyrano era uno degli scrittori più estrosi e fantascientifici del ‘600 francese.

Edmond   Rostand  era  uno scrittore drammaturgo dell’800 francese che scrisse una commedia ispirata a Cirano di Bergerac la quale ebbe un notevole successo nella Parigi di allora e che poi, la commedia, ebbe diverse trasposizioni cinematografiche a cominciare dal 1923 fino ai giorni  nostri..

Ve lo ricordate tutti ,  immagino,  Cirano,   un uomo intraprendente, vitale, possedeva una grande abilità tanto con la spada quanto con i giochi di parole…cioè riusciva a sconfiggere i suoi nemici con il gioco degli equivoci. …. un po’ di ironia, poca non guasta.

Ma aveva un naso lunghissimo che gli creava qualche problema con le tazzine del caffè e con le ragazze del suo tempo, tutte un po’ moraliste e, come facciamo anche noi, pensavano che il naso si fosse allungato per tutte le bugie…dette.

Non proferir bugie

Che il mio  cor si contra

E il mio naso s’allunga.

Versetti della commedia nell’atto terzo, quando Cirano va a comperare un fazzoletto da naso, in una merceria, e la commessa risponde: Non teniamo quella misura di fazzoletti, questo è un paese  di gente onesta……..che crede !?!?!.

Allora Cirano, preso da rovente furore, sguaina la sua infallibile spada e comincia a stuzzicare vesti, stoffe e sciarpe appese nel negozio , ma involontariamente stuzzica anche la gonna della commessa che scivola a terra e…………ricordiamoci che era l’epoca delle sancoulotte…..va be’ ..il film era vietato ai minori di 18 anni, ma la commessa era ROSSANA….., la donna della quale ,dopo   quell’episodio  si innamorò,     ( mica matto ) e tutta la storia continua su questo silente amore di Cirano per Rossana.

Professore !……….dimmi Francesco !…..ma come facevano a controllare l’età degli spettatori ?   Ai tempi nostri si vende la cannabis  anche nelle scuole medie ………………

Caro Francesco,  ai tempi nostri la scuola prepara studenti che poi vanno a lavorare in Inghilterra, e come fai a passare sotto il Canale della Manica se prima non ti carichi un po’…..ci sei mai stato ?

E’ un tunnel lungo lungo lungo e scuro scuro, ogni tanto dal finestrino sigillato vedi passare branchi di pesci che si fermano per lasciare passare il treno, il cameriere che vende i panini negli scompartimenti è munito di una tuta da sub con regolari bombole di ossigeno, il controllore porta in spalla un fucile subacqueo …..carico…non si mai, i bagni sono muniti di slip, accappatoio e crema solare e infine la sala per fumatori dove c’è scritto a grandi lettere…………..Vietato buttare i mozziconi delle sigarette fuori….dal finestrino.

Lascia stare Francesco, quando comincerai a cercare un posto di lavoro fa domanda alla Caritas come ….aiutante di sala, vedrai che ti prenderanno.

E’ un lavoro più tranquillo. !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...