La telefonata tellurica

Risultati immagini per paesi meravigliosi

Ieri mi ha telefonato il ..ministro delle pubblica distruzione…….si chiama così ?

Comunque la comunicazione era disturbata, si sentivano parecchie voci………..

Quell’appalto lo prendo io…l’altro lo prendi tu…..…non ci capivo niente; poi la comunicazione migliorava e la voce, dall’altra parte del filo mi chiedeva se potevo intervenire con messaggi di allegra speranza presso le zone terremotate.

La richiesta mi era stata fatta anche per altri terremoti, l’Aquila, l’Irpinia !!!  ecctt

Perché telefonavano proprio a me ?

Perché ero presente  durante il terremoto della valle del Belice. Avevo  molta esperienza.

Da allora questo compito mi veniva affidato regolarmente……..

un attimo che mi chiama mia moglie ………cia0 cara…………………..dimmi ?   La vicina di casa si è lamentata con te perché non l’ho differenziata ?

Avrà detto salutata !……………proprio differenziata ?……boh , non capisco.

Invece la verità è che gli ho dato una spinta e lei e caduta dentro il raccoglitore dell’olio esausto, è una cretina ecco che cosa è !  Non la sopporto !

Comunque fatti che capitano,……così ho ripreso il mio ruolo di propagatore di faglie allegriste, dopo la prima scossa bisogna chiamare l’elettricista e dirgli che venga a riparare il micro onde, ci mancherebbe che anche lui si mettesse a  ballare sulla tavola della cucina……

La verità è una sola, che la medicina per questi dolori è ancor in via sperimentale,  dobbiamo aspettare ancora qualche anno, prima di vedere dei risultati.

Nel frattempo il governo sta studiando le urgenti soluzioni per la rinascita di quei bellissimi borghi; in primis, la conferma dei ministri che -ricostruiremo tutto- l’opposizione gli ha dato subito un notes per appuntarsi tutte le cose da fare, ma il primo dei ministri, ha strappato un solo foglietto, lo ha diviso a metà, poi ha scritto qualcosa, l’efficienza è l’efficienza.

Poi e’ stato, quasi, stabilito che tutti i viaggi che i politici faranno in quelle povere zone, prima delle elezioni, non saranno rimborsati.

 

Inoltre per le persone terremotate è stato previsto l’alloggio in dei container. Sottolineo che sarà importante prestare molta attenzione a questo metodo, cioè bisognerà pulire i container da tutte le etichette di partenza e di destinazione, perché dopo il terremoto dell’AQUILA, molti sfollati ,che vivevano dentro i container,  stranamente hanno scritto ai loro parenti, cartoline di saluto, chi dall’Albania, chi dalla Francia, chi dall’Oklaoma….. eccccc.

Per questo motivo molte case della città dell’Aquila sono rimaste vuote e non per difetti di costruzione antisismica, bensì per involontaria migrazione.

La Bibbia dice , all’andar si va piangendo, ma al ritorno si canta felici.

Questo è il percorso che la storia, e il padreterno, hanno scritto per queste dolcissime regioni dell’ITALIA CENTRALE.   Coraggio !!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...