Una breve storia di una famiglia piccolo borghese.

Risultati immagini per madre padre e figlia

Una breve storia di una famiglia piccolo borghese.

Erano simpatici tutti tre insieme, lei, la madre, anni 40 lavorava presso una fabbrica di calzature.

Faceva le scarpe a qualcuno, non mi ricordo il nome della  ditta, ma sembrava che i suoi colleghi fossero un po’ sospettosi nei suoi confronti.

Il padre , anni 42, lavorava come addetto in una società di trasporti il suo ruolo consisteva nel consegnare pacchi e pacchetti ai destinatari…………..

La loro unica figlia aveva 12 anni andava a scuola ed era una tifosa dello smartphone che portava costantemente con se.

Il suo tempo libero lo passava fissando lo schermo dello smartphone nell’attesa che qualcuno la chiamasse            a – X Factor – almeno per stare un po’ lontano dai suoi genitori. Si sentiva una preistorica.

Avvenne, un giorno che la madre passò davanti ad una grande locandina cinematografica che annunciava la proiezione, in un cinema locale,  del film – Venere in Visone – interpretato da Liz Taylor e ne fu entusiasta.

La madre si fermò a leggere e scorse che il il film era in Prima Visone………, ora chiariamo una cosa.

Voi sapete che le affissioni pubbliche pagano una tassa e questa è rappresentata da alcuni  marche da bollo attaccati alla locandina, ma che , casualmente,  questa volta,  erano attaccati sulla parola Visione, proprio sulla “ i “ cosicchè -Prima Visione -si leggeva – Prima Visone -.

La signora un po’ rimase perplessa, ma comunque le venne in mente che il Visone di Prima era chiamato anche  pelliccia di Rat Musquè, come quella della madre che lei conservava nel guardaroba oramai da 15 anni e così, la sera della proiezione, lei indossò quella pelliccia, obbediente all’indicazione sulla locandina.

Era il mese di luglio.

Il marito per stare in sintonia con la moglie indossò un vestito principe di Galles, gli stava un po’ grande perché negli anni era dimagrito, ma tanto fu che………..lo indossò lo stesso e con una mano si teneva i pantaloni che volevano scendere.

La figlia …normale……………. con lo smartphone sempre davanti agli occhi.

Uscirono per andare al cinema , la madre davanti che si sventolava con una pagina di super Market con gli sconti.

Il padre dietro che con una mano si teneva i pantaloni e con l’altra teneva……strattonava la figlia…………….. e arrivarono davanti alla biglietteria del cinema.

Quando si trovarono davanti alla cassiera la madre chiese un asciugamano.

Il padre , nell’atto di prendere il portafoglio lasciò i pantaloni che scivolarono a terra.

La figlia, sentendosi libera dalla mano del padre si avvicinò ad uno specchio e vide un ematoma sulla sua fronte, gocce di sangue sul naso e piccole schegge di corteccia sulle labbra perché il padre, nel tirarla per mano, l’aveva spinta contro una quercia.

A quel punto la cassiera chiese : tre adulti ?

La figlia rispose: No. Due genitori cretini ed una figlia disgraziata.

La cassiera di rimando disse: niente biglietti, allora, perché gli invalidi entrano gratis.

Potete accomodarvi.

Il film era proiettato in 3 d , uno per il padre, uno per la madre  e uno …..no ….per la figlia no……lei stava cercando, su  internet,  un sistema per farsi adottare!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...