Sta arrivando ….l’uomo della tua vita.

Risultati immagini per modesta sartina e cliente

L’ARCHIVIO DELLA SAPIENZA: IO LO TENGO IN  UN BAULE, A VOLTE PUO’’ ESSERE UTILE.

DENTRO CI SON FRAMMENTI DI FRASI PRESE QUA’ E LA, COME PEZZI DI RICAMBIO DI UN’AUTOMOBILE, POSSONO SERVIRE A RIMETTERLA IN MARCIA:

VI FACCIO ALCUNI ESEMPI DI COSA SI PUO’ TROVARE NEL MIO BAULE:

….iato- incontro di vocali ( LO SNOB E LA SEMPLICIOTTA )

Fatto reale: l’altro giorno ero uscito da casa per andare a gettare via il sacchetto dell’umido.

In quel mentre  mi si affianca una  amica , mi sgomita, mi sorride e mi dice” ciao”, poi nei pochi metri che mi dividevano dal bidone dell’umido, celiando, le dico……..spero che mi perdonerai se ti tengo dalla parte del fianco sinistro, il destro non è praticabile……. ( ci tenevo il sacchetto dell’umido ) .

Poi  sorrido.

Lei risponde con sguardo  compiacente e dice : vedi di sbrigarti a buttare via questo sacchetto ..perchè puzza che impesta….

……….DUE LATITUDINI DIVERSE……

Lui proveniva dalla Lombardia, terra moderna, progressista ed emancipata.

Molti di noi che erano andati a lavorare a Milano, nei mesi estivi ritornavano a casa per le ferie e già parlavano una lingua mista lombardo/marchigiana.

Lei era una modesta sartina che lavorava in un laboratorio di rammendi della mia città, un lavoro abbastanza deprimente, ma a fine mese i pochi euro che guadagnava aiutavano lei e la sua famiglia a vivere con dignità.

Il suo aspetto era estremamente ….senza voto….biondina di capelli, la scriminatura in zona centrale e un camice grigio chiaro……banale………….., le gambe piegate all’indietro e lo sgabello di legno senza spalliera.

Niente fidanzato, niente sortite post/serali, niente master da – Dolce e Gabbana- …niente di niente.

IN famiglia , i suoi genitori, le ripetevano continuamente: non dare mai confidenza a nessuno, fatti i cavoli tuoi e basta.

GIORNO DELL’INCONTRO

Lui entra nella sartoria, vede lei , si avvicina, la saluta poi le dice-” buongiorno” …..SIGNORINA , MI ATTACCA UN BOTTONE …???

LA giovane sartina alza il capo  lentamente  , gli occhi che brillano di stupore, lo sguardo quasi perfido, le spalle subito raddrizzate e  le mani ferme..

Dopo circa tre ore il cliente di Milano,  a cui la sartina aveva ricucito, il bottone dell’impermeabile, esce barcollando dalla sartoria .

Si stava facendo notte e tutte le farmacie stavano chiudendo…………………………………………………..DOVE TROVERA’ UN’ASPIRINA ?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...