Uno sguardo sotto il ponte

Risultati immagini per accattoni sotto il ponte

 

Il ponte era sottostante ad un tratto di autostrada che sfiorava , nel suo percorso, la grande capitale.

Io ero li perché avevo ritrovato un mio caro amico, mio coetaneo, ma più sfortunato di me

Aveva intrapreso la carriera diplomatica, aveva viaggiato per tutto il mondo, ma quando un giorno l’ambasciatore gli chiese i biglietti dell’aereo , servito per i suoi viaggi, lui disse che aveva pagato senza fattura per spendere meno e così l’Aerflot, non gli aveva dato i biglietti e allora l’ambasciatore, per evitare che qualcuno lo accusasse di troppo amore filiale per il suo lavoro, gli fece chiudere la concessionaria della –tata– perché, disse davanti alla giuria, che erano automobili, quelle, non adatte ai bambini !!!

E così il mio amico si trovava, insieme ad altri sei poveracci ad abitare sotto il ponte. Ma come vivevano ? Come si nutrivano ? … Dopo un po’ mi fu chiaro.

A colazione il piccolo rigagnolo d’acqua che scorreva li vicino trasportava……qualche bottiglia del latte, non del tutto vuota, piccole scatolette di succhi di frutta ancora con la cannuccia, contenitori di cartone con qualche biscotto rimasto,  una copia fradicia d’acqua del –foglio- di otto giorni prima, e una bottiglia porta messaggi inviata da un gruppo di poveracci che viveva sotto un ponte più indietro con il menu per il pranzo.

E così si godevano la libertà, era un po’ freddo, ma in fondo……

Verso le 10,30 sono incominciate a cadere, dall’alto dell’autostrada, cicche di sigarette, carta di caramelle, il solito slip…..il quotidiano che portava in prima pagina la foto di Brunetta, ma si vedeva solo la fronte, insomma ogni cosa cadeva vicino a loro,  all’occorrenza.  Poi il mio amico mi racconta notizie di altri suoi suoi amici.

Uno era un tipo grassoccio, indossava un  cappotto regalatogli dall’Aga Kan  , (diceva lui ) faceva l’interprete sulle spiagge della Sardegna, un bel lavoro…….ma un giorno disse ad una anziana signora ungherese,  che sarebbe andato in pattino con lei, se fosse stata disposta a comperargli un mini van , un trasportatore per imballaggi, un garage di 6 metri per 8, un mini appartamento per riposarsi dalla fatica e una casa colonica per farci la tomba e  ….evviva….. sarebbero andati col pattino a fare un giro.

La vecchia signora ungherese non capiva bene l’italiano e così si rivolse al padrone dello stabilimento balneare per lamentarsi che il suo dipendente l’aveva portata con il pattino , ma molto vicino alla riva così, con tutta quella gente che li guardava non aveva potuto organizzare …..…..niente …con l’interprete.

Un altro compagno di sventura, raccontava il mio amico, era giocatore di calcio in serie –a-, aveva vinto la coppa coglioni – o come si chiama, era stato ricevuto dal primo ministro che, personalmente si era fatto raccontare l’azione del gol, lui era un po’ in imbarazzo perché il giocatore in questione era un suo omonimo e così fu scoperto dall’autorità giudiziaria e accusato per appropriazione indebita di nome e cognome altrui. C’era poi un altro suo amico , magrolino, con le occhiaie profonde e tante rughe, sembrava un poltergeist, di seconda mano: raccontava che aveva ricevuto il premio Nobel per la pace perchè era riuscito a riconciliarsi  con una vicina di pianerottolo e in Svezia l’avevano acclamato per questo nobile gesto.

Dario Fo era andato su tutte le furie quando l’aveva saputo !!!.

Insomma era una simpatica compagnia, ma dopo alcuni minuti se ne andarono tutti ad una manifestazione al Colosseo, c’era una rievocazione storica della Notte di Nerone, con i leoni finti e i gladiatori che si facevano i –selfie- con i turisti…i nostri amici speravano che a qualcuno cadesse  la merendina dagli zaini……………………….anche in questo caso la speranza fu la prima a morire.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...